Soluzione ai denti mancanti

La soluzione ai denti mancanti oggi è più semplice del previsto. Il problema della perdita dei denti è, ad esempio, risolvibile nel migliore dei modi con l’implantologia.

Qual’è la migliore soluzione ai denti mancanti?

La perdita dei denti è da sempre fonte di disagio e insicurezza nell’essere umano.

Sia da un punto di vista estetico, in quanto il sorriso è inevitabilmente intaccato nella sua bellezza esteriore, sia da un punto di vista funzionale, in quanto diventa difficile, ad esempio, mangiare.

Un tempo, la mancanza progressiva della dentatura era considerata come un naturale processo di invecchiamento. Era frequente infatti vedere persone, anche giovani, con denti spezzati o caduti per infezioni o traumi. Inoltre non vi erano nemmeno strumenti conosciuti per porre rimedio a tale problema. Per fortuna oggi è possibile rimediare.

Soluzione ai denti mancanti per una corretta masticazione

Un altro elemento che non deve essere certamente sottovalutato è la masticazione del cibo. La masticazione costituisce la prima fase del processo digestivo e, per potersi svolgere perfettamente, necessita della presenza di un’arcata dentaria tale da consentirla. Gli spazi interdentali, radici mal curate e gengive lasciate in condizioni precarie, condizionano la masticazione, rendendo non solo i pasti più difficili, ma compromettendo anche i momenti successivi che riguardano la digestione.

Quando si parla dunque di importanza del sorriso, non si deve intendere esclusivamente come un’esigenza estetica, ma come un bisogno fisiologico, necessario per il corretto svolgimento della vita quotidiana di ognuno.

Come è possibile avere un bel sorriso?

Il sorriso è il biglietto da visita di ciascuno perché consiste in una vera e propria forma di presentazione. E’ anche un modo per esternare i sentimenti e gli stati d’animo senza dire parola. Accade spesso che coloro che hanno subito traumi all’apparato masticatorio, con conseguente perdita di denti, incontrino maggiore difficoltà a sorridere serenamente di fronte ad altra gente, quasi come se si vergognassero della loro condizione. Una dentatura incompleta costituisce un forte imbarazzo che sfocia nella condizione psicologica di chiusura

Le prime soluzioni, i ponti dentali

La necessità di supplire alla mancanza di uno o più denti ha spinto l’odontoiatria allo studio di soluzioni che potessero ovviare a tale problema. La terapia adottata era prettamente univoca: in genere, con l’assenza di un dente, si procedeva a limare quelli collocati sui lati, modellandoli per crearne dei perni monconi, ossia dei supporti di sostegno, sui quali installare una struttura, detta ponte, che abbracciasse tutto lo spazio circostante, fissata con il cemento sanitario.

Il fallimento del ponte dentale

Il ponte portava numerosi svantaggi: oggi non è più considerato come valida soluzione ai denti mancanti. Spesso il ponte, dopo pochi anni, perdeva la propria stabilità, spezzandosi o traballando. Addirittura provocava la rottura di uno o di entrambi i monconi e quindi la conseguente perdita di ben tre denti. Questa tecnica, come soluzione ai denti mancanti, si è dimostrata fallimentare perché per ricostruire un dente mancante comprometteva, mediante l’assottigliamento, la funzionalità dei due denti sani, usati come monconi.

La migliore soluzione ai denti mancanti oggi

Con il progresso della scienza dentistica la pratica del ponte è stata abbandonata. E’ stata sostituita con terapie più efficaci e durature, come ad esempio l’implantologia a carico immediato, che consente di sfoggiare una dentatura perfetta per un lungo periodo di tempo, se non anche tutta la vita del paziente, senza la necessità di cambiare, o stravolgere, le proprie abitudini alimentari. E il tutto può avvenire in un solo giorno.

Contattaci per fissare una prima visita di implantologia a Milano e valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!