implantologia dentale prezzi

Costo implantologia dentale: scopriamo insieme quanto può costare il tuo nuovo sorriso con un impianto dentale.

Costo implantologia dentale

Le spese per curare i denti in Italia sono molto alte. Fin troppo per un Paese in cui invece stipendi, pensioni e tenore di vita sono tra i più bassi tra quelli delle nazioni più evolute.

Quando si parla di costo implantologia dentale, di conseguenza, si va a toccare un tema estremamente delicato e complasso. Discorso spesso caratterizzato da grandi polemiche, derivanti dal fatto che il Sistema Sanitario Nazionale non copre le spese necessarie.

Va infatti ricordato come ad essere rimborsabili dal SSN sono le prestazioni che rientrano nei Livelli essenziali di assistenza (LEA) e quindi soggette a ticket. Prestazioni che però sono erogate solo a soggetti in età evolutiva e a quelli che si trovino in condizioni di particolare vulnerabilità, di carattere sociale o sanitario e da cui sono appunto esclusi i costi di impianti, protesi mobili e fisse e dei materiali necessari.

Costo alto…rifarsi i denti in Croazia?

Negli ultimi anni sono sempre di più coloro che si informano su Internet per cercare una soluzione in relazione ai costi. Spesso si è incuriositi dalla pubblicità e da missive di posta elettronica in cui si prospettano prezzi molto più bassi del normale.

In particolare, è ormai sempre più presente la pubblicità riguardante la possibilità di impianti dentali a basso costo in Croazia, di fronte alla quale è difficile rimanere insensibili. Occorre però andare coi piedi di piombo e stare molto attenti per cercare di capire quale sia la realtà. Non è tutto oro quello che luccica.

Quanto costa un impianto dentale?

Quando si discute di implantologia, andrebbe fatta una doverosa premessa: trattandosi di una branca della medicina, sarebbe assolutamente fuorviante parlare di offerte o promozioni.

Siamo infatti pur sempre nell’ambito di trattamenti che sono somministrati a pazienti i quali, in conseguenza di parodontite o carie, hanno subito danni più o meno gravi alla propria dentatura. Questo concetto è molto importante: risparmiereste mai per il vostro benessere e salute?

Fatta questa premessa, occorre invece ricordare come anche in questa attività ad influenzare il prezzo finale sia il costo sostenuto dal dentista per poter fornire la prestazione richiesta, ovvero la procedura che porterà all’impianto. Tutti i costi possono variare in base ad alcune variabili, tra le quali:

  • Luogo in cui è posizionato lo studio: è del tutto immaginabile come una struttura situata nel centro cittadino comporti spese di affitto superiori ad una posta nella fascia periferica o in un paese dell’hinterland, così come a Roma o Milano possa costare di più che in un qualsiasi centro meridionale, proprio a causa del diverso costo della vita. In merito al luogo troviamo un articolo di Altroconsumo fatto in 145 studi dentistici di sei città.
  • La necessità di appoggiarsi a consulenti esterni o meno: la prima ipotesi è molto più gravosa;
  • La qualità dei materiali utilizzati per gli impianti. Sotto tale punto di vista va specificato che gli impiantiapprovati dalla Food and Drug Administration (FDA) costano più di quelli che godono del solo marchio CE, in quanto le regole dell’ente statunitense sono molto più severe di quelle continentali, comportando costi mediamente doppi nel primo caso;
  • L’aggiornamento professionale, in quanto i costi dovuti al sostenimento di corsi in tal senso hanno prezzi molto elevati;
  • La tipologia di protesi e il materiale impiegato. Le protesi utilizzate per i denti possono essere in ceramica o resina, ad uno o più strati ed essere costruite in Italia oppure nell’Est europeo. Il risultato finale non è lo stesso e neanche i costi;
  • Visite ed esami specialistici, prima dell’operazione per controllare quante viti e corone sono necessari e per verificare che l’osso possa supportare l’impianto. Dopo l’operazione per  valutare lo stato dell’impianto.
  • Osso residuo, in caso sia necessaria la rigenerazione ossea, un rialzo del seno mascellare o un innesto osseo, questo comporta un trattamento più lungo e maggiori costi.

  • Marche, sono presenti più marche sul mercato alcune più attente di altre alla ricerca e all’uso di materiali d’avanguardia nella costruzione degli impianti dentali. 
  • In alcuni casi è necessario rimuovere vecchi impianti a causa di infezioni,  scorretto posizionamento, problemi alle protesi e anche all’estetica.

Considerando le varie voci in gioco, può comunque essere facilmente comprensibile come una protesi di elevata qualità a Milano centro comporti il sostenimento di uno sforzo finanziario più impegnativo rispetto ad una costruita con materiali a buon mercato in un’altra piazza. Una differenza che in taluni casi può spingersi anche ben oltre il 20% del prezzo finale.

Costo implantologia dentale

Quanto costa impiantare l’intera arcata dentale?

Il costo lievita naturalmente quando si tratta invece di impiantare l’intera arcata. In tal caso, infatti, se il costo minimo va a situarsi intorno ai 9000 euro, occorre anche precisare come all’atto pratico non esista una terapia tale da risultare valida per ogni paziente, in quanto ognuno di essi è portatore di specifiche esigenze. Da ciò ne consegue la necessità di personalizzare la terapia, con ovvie ricadute sul prezzo finale.

Quanto costa un impianto dentale singolo?

Fatta chiarezza sulle evidenti differenze delle tariffe proposte sul mercato dell’implantologia dentale, si può quindi iniziare a scendere nello specifico, andando a precisare quale sia il livello di spesa previsto per un impianto singolo, ovvero quello di un solo dente.

Chi abbia la necessità di ricorrere a questa prestazione, solitamente si troverà di fronte ad un prezzo finale oscillante tra i 1000 e i 2000 euro. Una cifra che può variare anche sulla base del tipo di protesi prescelta, oltre che da altri fattori.

 

GUARDA I NOSTRI CASI CLINICI >>

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!