mal di denti

Scopriamo insieme cause e rimedi contro il mal di denti.

Mal di denti, cause e rimedi

Un mal di denti o un dolore ai denti è causato quando il nervo nella radice di un dente o in prossimità è irritato. Infezione dentale, carie, lesioni o perdita di un dente sono tra le cause più comuni di dolore dentale.

Un normalissimo dolore ai denti può anche verificarsi dopo un’estrazione (cioè quando il dente viene tolto). Il mal di denti può provenire da altre aree irritando la mascella e le zone limitrofe. Le aree più comuni includono l’articolazione della mascella, dolore all’orecchio, seni paranasali e persino problemi cardiaci occasionali.

Vediamo insieme un elenco delle possibili cause di un normale mal di denti:

  • i dolciumi o le bevande troppo zuccherate sono tra le principali cause di dolori ai denti;
  • le carie o gli ascessi dentali sono causate nella maggior parte dei casi dall’accumulo di detriti o di cibo che infiammano le gengive;
  • l’ipersensibilità dentinale rende la nostra dentatura molto sensibile e provoca anche l’incrinatura dei denti ed altre problematiche;
  • l’accumulo di tartaro o la creazione di placche sono causati da una pulizia dei denti eseguita in modo inadeguato o dalla scarsa cura della propria igiene orale;

Cosa fare per curare il mal di denti?

I rimedi contro il mal di denti sono molteplici, distinguibili tra espedienti naturali ed antibiotici. Anche semplici comportamenti ti possano aiutare a migliorare lo stato di salute della tua bocca.

Uno di questi è lavarsi i denti con acqua tiepida, evitando di utilizzare acqua a basse temperature per non rischiare di accentuare il dolore. L’uso del filo interdentale è un comportamento utile a rimuovere quei residui di cibo che lo spazzolino non ha potuto raggiungere. Il sonno è sconsigliato per curare il mal di denti: mettendoti a dormire il dolore non diminuisce, ma aumenta.

Può capitare che qualche volta non si abbia il tempo di lavare i denti con spazzolino e dentifricio. Il consiglio che ti possiamo dare è quello di non lasciare la tua dentatura sporca ed a rischio di carie ed altre infiammazioni, ma di sciacquare l’intera cavità orale con acqua tiepida per rimuovere i pezzetti di cibo rimasti fra i denti.

Risciacquo con “soluzioni” alcoliche

Un altro ottimo rimedio per diminuire la sensazione di mal di denti è un bicchiere di whisky o grappa, noti per il loro potere anestetico. Trattenendolo in bocca per una trentina di secondi e concentrando il risciacquo sul punto in cui la gengiva è più sofferente, potrai alleviare il dolore in modo semplice e veloce.
Infine, può succedere che a causa del mal di denti la gengiva si gonfi: in questi casi ti consigliamo di applicare sulla guancia un impacco di ghiaccio.

Mal di denti: quali sono i rimedi naturali?

Ti è mai capitato di soffrire di mal di denti e non sapere che cosa fare perché non puoi recarti dal dentista? Forse non hai mai provato alcuni dei rimedi naturali che contribuiscono ad alleviare il dolore dentale. Oltre al già citato whisky e agli impacchi di ghiaccio, ti proponiamo un elenco di altri efficaci ingredienti naturali. Puoi fare i seguenti rimedi comodamente a casa, basta procurarsi gli ingredienti.

Aglio

L’aglio è detto anche “rimedio della nonna” e grazie al il suo potere anestetizzante viene consigliato in caso di carie.

Cipolla

Viene considerata una vera e propria medicina naturale per rendere il dolore alle gengive meno fastidioso e più sopportabile.

Menta piperita

Gli infusi di menta piperita sono usati per il risciacquo delle gengive ed hanno un importante effetto disinfettante.

Vaniglia

L’estratto liquido di vaniglia contiene alcool e aiuta a intorpidire il dolore. Dona alla parte dolorante della gingiva un importante effetto benefico. Tampona una piccola quantità di estratto di vaniglia sul dito e applicalo direttamente sulla zona interessata più volte al giorno.

Camomilla

I capolini essiccati di camomilla possono essere usati per preparare un infuso utilizzabile a sua volta come colluttorio, come rimedio applicabile sul dente tramite cotton fioc, oppure in qualità di bevanda per calmare la tensione da mal di denti.

Chiodi di garofano

Gli infusi a base di chiodi di garofano possono essere paragonati ad un comune colluttorio e vengono usati da chi soffre di frequenti infiammazioni orali ed ascessi dentali.

Zenzero

Lo zenzero è conosciuto per le sue proprietà anti infiammatorie ed antisettiche ed utilizzabile per creare una pasta speciale da applicare sui denti con il cotton fioc.

Aceto

L’aceto è utile soprattutto in caso di presenza di carie e può essere sostituito con sciacqui di aceto caldo e sale.

Artiglio del Diavolo

L’ Artiglio del Diavolo si rivela efficace contro il mal di denti quando è usato per prepararare rimedi fitoterapici.

Cavolo

Le foglie di cavolo lessate possono essere applicate sugli ascessi dentali per far scomparire il dolore alla gengiva.

Sale

Un normale risciacquo con acqua salata può diminuire l’irritazione. Il sale diluito in acqua per fare dei gargarismi è un altro rimedio efficace contro gli ascessi e le infezioni dentali.

Prezzemolo

Piccole quantità di prezzemolo masticate più volte al giorno sono un efficace antidolorifico.

Se hai mal di denti, consulta comunque un dentista

Hai visto quanti rimedi naturali esistano per alleviare il tuo dolore dentale? Rimane comunque necessario andare al più presto dal tuo dentista. infatti i rimedi sopra citati alleviano ma non risolvono il dolore. A maggior ragione ti consigliamo di rivolgerti al tuo dentista quando il mal di denti è accompagnato da:

  • Febbre
  • Difficoltà respiratorie
  • Dolore prolungato (più di due giorni)
  • Pus

Curare i denti durante la gravidanza

Gli studi effettuati su molte donne in stato di gravidanza confermano che una donna affetta da carie ai denti può trasmettere molti batteri al nascituro.

È sempre più diffusa anche la convinzione secondo la quale alcune problematiche legate alla gravidanza come il parto pretermine o il basso peso del nascituro siano in qualche modo associate alla mancata cura dei propri denti durante il periodo di gravidanza.
Ecco perché per una donna incinta è molto importante prendersi cura della propria igiene orale.
Quando una donna aspetta un bambino soffre frequentemente di nausea e vomito e questo porta ad un maggiore rischio di demineralizzazione dei denti.

Per diminuire il rischio di carie potrai:

  • mangiare piccole quantità di cibo nutriente;
  • risciacquare la bocca con dell’acqua e del bicarbonato dopo il vomito, in modo da diminuire l’acidità dell’intera cavità orale;
  • masticare gomme con xilitolo o senza zucchero;
  • utilizzare spazzolini non abrasivi per non demineralizzare ulteriormente le superfici dei propri denti;
  • usare dentifrici al fluoro e spazzolare i denti due volte al giorno, utilizzando filo interdentale quotidianamente;
  • mangiare frutta al posto di bere succhi di frutta;
  • evitare bevande gassate o frizzanti e sostituirle con latte magro o acqua naturale;
  • programmare controlli periodici costanti dal dentista ed effettuare la pulizia dei denti in caso di necessità;
  • non temere se il medico ti prescriverà farmaci particolari che non avevi mai utilizzato prima. In caso di gravidanza esistono medicine apposite che potrai assumere in tutta sicurezza.

Causa e cura della nevralgia dei denti

La nevralgia ai denti si manifesta attraverso un dolore acuto nella zona dei nervi trigeminali e in tutte le zone in cui essi terminano, tra cui labbra, naso, occhi, cuoio capelluto, fronte, mascella, mucose ed altre parti del volto. Essa può essere causata da diversi fattori. Descriviamo i principali qui sotto.

Danni alla guaina mileinica

Il danneggiamento della guaina mielinica è una causa strutturale di nevralgia, ed induce gli impulsi elettrici che ci viaggiano ad essere irregolari, attivando regioni alogene o disattivando regioni inibitorie del dolore nel cervello.

Lassità dei vasi sanguigni

La lassità dei vasi sanguigni è un’altra ragione di nevralgia ai denti ed è causata dall’invecchiamento fiseologico.

Masse tumorali

La presenza di una massa tumorale determina il danneggiamento della guaina mielinica o la compressione del nervo trigeminale, portando ai sintomi sopra citati. Alla nevralgia si può rimediare attraverso farmaci come ossicodone, morfina, clonazepam, codeina, ed altre medicine trovabili facilmente sul mercato e selezionabili in base al principio attivo che si intende usare.

Nel caso i farmaci non bastino ad alleviare il dolore si ricorre ad interventi di natura chirurgica e caratterizzati da tecniche percutanee poco invasive o da interventi di decompressione microvascolare.

Data la grande varietà di trattamenti ti consigliamo di consultarti prima con il tuo medico di fiducia e seguirne le indicazioni formulate in base alla situazione.

GUARDA I NOSTRI CASI CLINICI >>

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!