carie ai denti

La carie ai denti, una delle malattie più diffuse al mondo che non fa nessuna distinzione d’età.

Carie ai denti: l’importanza della prevenzione

Le visite di controllo programmate presso il dentista di fiducia, consentono di prevenire la carie dentale mantenendo di conseguenza denti sani e forti. Riuscire ad individuare il problema rapidamente permette di intervenire tempestivamente evitando così problemi maggiori (come ad esempio una infezione del nervo del dente con conseguente ascesso).

Cosa succede se abbiamo la carie ai denti?

La carie è una malattia cronica, tra le più diffuse al mondo. Può manifestarsi a qualsiasi età, anche in periodo infantile. Spesso, chi soffre di carie, si rivolge al dentista quando avverte dolore al dente e, in alcuni casi, è già troppo tardi. Infatti potrebbe già essere presente una infezione dentale, che porterà il paziente a dover affrontare trattamenti più lunghi e, soprattutto, costosi.

La carie dentale è un processo particolarmente lento, causata da microorganismi presenti nel cavo orale. Questi batteri, poco alla volta, distruggono il tessuto dei denti, cominciando dallo smalto protettivo e penetrando poco alla volta all’interno del dente. Il processo infettivo è causato principalmente da depositi di placca, tabagismo e alimentazione scorretta.

Che tipologie di carie dentali esistono?

Carie della corona: sono le più comuni. Generalmente su superfici masticatorie o tra i denti. Sono facili da identificare dal cambiamento di colore che si verifica dopo aver perso lo smalto.

Carie della radice: di solito, dopo i 40 anni, le gengive si ritraggono lasciando parti esposte della radice. Poiché le radici non sono coperte dallo smalto, queste aree sono esposte e possono essere facilmente colpite dall’attacco di batteri.

Carie ricorrenti: possono formarsi attorno a otturazioni e corone dentali. Si verifica perché queste aree hanno maggiori probabilità di accumulare placca batterica. La carie può essere nuova o verificarsi perché ci sono resti di una carie precedente non opportunamente curate.

Come curare una carie ai denti?

Partiamo dal presupposto che nel caso della carie dentale la migliore cura è la prevenzione. Andare dal proprio dentista con una certa regolarità consente di affrontare un eventuale problema con le giuste tempistiche, risparmiando soldi e dolore. Anche la pulizia dei denti è importantissima, sia a livello base che professionale.

In caso di patologia preliminare, il trattamento migliore, e più comune, è l’otturazione. In caso di patologia avanzata invece è necessario ricorrere alla devitalizzazione e, nei casi più gravi, all’estrazione del dente.

GUARDA I NOSTRI CASI CLINICI >>

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!