edentulia

L’edentulia, o edentulismo, è la condizione clinica che vede il paziente sprovvisto di dentizione (senza denti), sia per motivi meccanici, quali traumi o incidenti, che per motivi fisiologici quali le malattie degenerative.

Che cos’è l’edentulia?

Esiste inoltre una consistente fascia della popolazione che presenta un’edentulia genetica. Altri invece che presentano questo disturbo per l’uso prolungato di droghe chimiche, che comporta la progressiva perdita dei denti.

L’edentulismo provoca all’organismo umano molti scompensi in quanto non consente una corretta digestione del cibo perché lo stesso non è triturato adeguatamente, provoca una deformazione dell’area mandibolare che, in mancanza di dentizione, esce dal suo asse, influisce sui difetti di pronuncia, che sono acuiti, e sulla difficoltà ad esprimersi correttamente, oltre problemi connessi al riposo notturno.

Edentulismo rimedi

Medici ed odontoiatri consigliano dunque, in presenza di tale condizione, la risoluzione mediante installazione di impianto dentale, che si presenta, rispetto a tutti gli altri metodi, la scelta migliore per contrastare gli effetti negativi dell’edentulia.

Terapie contro l’edentulia

Il trattamento dell’edentulismo prevede, a seconda del numero di elementi dentari mancanti, l’utilizzo di protesi mobili o fisse e, a volte, la combinazione delle due.

Tra le prime vanno annoverate le protesi scheletrate che, preparate sull’impronta presa al paziente, servono a ripristinare la masticazione.
Per la loro stabilità è sfruttata la perfetta aderenza alle zone gengivali prive di denti (selle edentule) e la presenza di ganci oppure di attacchi di precisione. Per un loro corretto funzionamento vanno riadattate (“ribasate”) periodicamente e deterse dopo ogni pasto principale.

Un’altra metodica di risoluzione dell’edentulia è quella che prevede l’utilizzo di protesi fissa. Gli elementi dentari precedenti e seguenti la zona edentula sono ridotti di volume. Gli elementi dentari preparati rappresentano i pilastri del “ponte” che vanno a sostituire gli elementi dentari mancanti.

La preparazione dei denti pilastro si rivela particolarmente destruente se si è in presenza di denti sani privi di carie. Di conseguenza, a volte, i denti devono essere devitalizzati dopo la preparazione. Altro problema, in caso di preparazione dei denti, consiste nella possibilità di insorgenza di recessioni gengivali con conseguenti risultati estetici sicuramente poco soddisfacenti.

GUARDA I NOSTRI CASI CLINICI >>

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!