Il cioccolato fondente fa bene ai denti

Il cioccolato fondente fa bene ai denti tra i molti motivi, è un alleato contro la carie grazie ai suoi componenti. Cannizzo Milano

Il cioccolato fondente fa bene ai denti

“Il cioccolato fondente, fa bene ai denti?” Di primo impatto potrebbe sembrarti una domanda con una risposta abbastanza scontata, ma al contrario di ciò che potresti pensare, la risposta è SI!

L’opinione popolare risponderebbe con un clamoroso: “No, il cioccolato è fonte di carie ed è ovvio che fa male ai denti” Al contrario, la situazione è diversa da questa risposta quando si tratta di cioccolato e della tua salute orale.

Di solito, sia che diamo cioccolato a una persona a cui teniamo che sappiamo che ama il cioccolato o che siamo noi stessi ad amarlo, ci preoccupiamo anche dei nostri denti. E a differenza delle caramelle, che non hanno nulla a che vedere coi denti sani, il cioccolato fondente pari all’80% di cacao può effettivamente essere un combattente per la carie.

Questa è ovviamente una buona notizia per gli amanti del cioccolato!

Il cioccolato fondente fa bene ai denti: ricco di tannini e antiossidanti

Cosa sono i tannini? E come mai sono così importanti?

I tannini sono dei composti vegetali che si trovano in tanti alimenti che mangiamo. Ovvero, sarebbe quella sostanza che dona al cioccolato fondente il suo colore scuro e il suo sapore amaro.
Inoltre, è stato dimostrato che questi composti vegetali aiutano a impedire ai batteri di attaccarsi ai denti, perché le loro molecole riescono a legarsi ai batteri ancora prima che la placca abbia il tempo di formarsi e attaccarsi al dente. ecco perché fanno bene alla nostra igiene orale.

Cosa sono gli antiossidanti? Come mai sono così importanti?
Gli antiossidanti invece, sarebbero un gruppo di molecole in grado di mantenere il tuo corpo sano a livello di cellule. E guarda caso, il cioccolato fondente, ne contiene veramente molte!
Possiamo addirittura definire che esso, contiene gli antiossidanti quattro volte di più rispetto al thè verde. Inoltre, è stato dimostrato scientificamente che un’elevata quantità di antiossidanti presenti all’interno della saliva, sono in grado di combattere malattie parodontali.

Cioccolato fondente e al latte, hanno lo stesso potere benefico?

Prima di tutto, dobbiamo trattare e distinguere bene il cioccolato fondente, dal bianco e da quello al latte. Tutti e tre hanno poteri differenti sopra i nostri denti.
Partiamo dal presupposto che essi hanno componenti e percentuali di ingredienti diverse. Infatti, questi prodotti hanno un impatto differente sulla nostra cavità orale.

Il principale elemento che fa la differenza tra di loro è lo zucchero. Come molti già sanno, non ha sicuramente un potere benefico nei confronti della nostra dentatura.
Specialmente se viene considerato in relazione col cacao.

Il cioccolato fondente o extra fondente fa bene ai nostri denti anche perché contiene una bassissima percentuale di zuccheri, vediamo le percentuali dei tre tipi di cioccolato elencati in precedenza.

  • Cioccolato fondente: di solito non supera mai il 20%, il suo rango è tra il 10% e il 20%. Il cacao amaro, (presente al 80%-90%) siccome contiene tannini, fluoruri e fosfati è in grado di mantenere lo smalto forte e protegge i denti da carie e placche.
  • Cioccolato al latte: per quanto riguarda questo tipo di cioccolato, invece, raggiunge delle percentuali sicuramente più elevate, arrivando anche al 55% di zuccheri al suo interno.
  • Cioccolato bianco: molto particolare, infatti potrebbe anche non essere definito cioccolato, siccome non contiene cacao.

La sua relazione in percentuale è del 55% di zucchero proprio come il cioccolato al latte ma contiene il burro di cacao al 25%. Considerando i danni che lo zucchero può causare alla nostra bocca, è evidente che convenga optare per il cioccolato fondente.

Alleato contro la carie

Arrivati a questo punto possiamo quindi definire che il cioccolato oltre ad essere poco dannoso per i nostri denti date le varie percentuali, è anche molto salutare per il loro benessere.

Da cosa è dovuta questa sua azione benefica? Semplicemente perché contiene degli antibatterici naturali. Facendo in modo che questo alimento riduca di gran lunga il proliferarsi di Streptoccocco mutans. Ovvero il principale batterio responsabile della carie.
Addirittura viene consigliato nelle diete, non solo degli adulti ma anche per quelle dei bambini. Ovviamente però dopo i cinque anni di età per evitare eventuali allergie.

Il Presidente del Collegio Nazionale dei Docenti Universitari di Odontoiatria ha anche confermato che per avere una perfetta funzione del cioccolato fondente, il cacao dovrà essere pari almeno all’80-85%, ovvero con gli zuccheri quasi inesistenti. Però, importante sapere che il potere del cioccolato fondente non avrà effetto se associato ad altri tipi di zuccheri e soprattutto se non si mantiene un’ottima igiene orale.

Come beneficiare del suo potere anti-carie?

Qualsiasi cioccolato è formato da una base di seme di cacao lavorato fino ad ottenere un impasto. Aggiungendo in seguito cacao, zucchero, latte, frutta, frutta secca come mandorle, nocciole e quant’altro.

Come può quindi il cioccolato beneficiare del suo potere anti carie?

  1. Deve essere come già ripetuto almeno al 80%;
  2. Il quantitativo corretto è pari a 30/40 grammi al giorno, dipende però sempre dalla persona e dalla forma fisica;
  3. Deve essere assolutamente consumato alla fine di ogni pasto o quando si ha la possibilità di lavare i denti entro qualche minuto;
  4. Evitare di consumarlo associato a altri fonti zuccherine e eccessivi carboidrati.

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la tipologia di intervento più adatto alle tue esigenze!