Tipologie di apparecchio ortodontico

Le tipologie di apparecchio ortodontico non sono tutte uguali. Negli anni se ne sono sviluppate diverse, vediamo le principali.

Tipologie di apparecchio ortodontico

Ci sono diversi tipi di apparecchi ortodontici che possono essere utilizzati per migliorare l’allineamento dei nostri denti: apparecchi tradizionali in metallo, apparecchi in ceramica, apparecchi linguali e apparecchi invisibili. Ogni tipologia è differente dall’altra, con vantaggi e svantaggi che saranno presi in considerazione dal vostro dentista in base al vostro caso.

Apparecchi tradizionali in metallo

L’apparecchio tradizionale prevede attacchi e fili in metallo fissati ai denti. Questa tipologia di impianto da la possibilità al dentista di modificare la posizione dei denti fino a raggiungere una posizione perfetta.

Gli apparecchi in metallo sono generalmente la soluzione meno costosa, più conosciuta e più efficace anche se è la più evidente a livello estetico. È possibile migliorarne comunque l’estetica utilizzando bande colorate diverse sopra le parti in metallo, rendendolo più attraente.

Tipologie di apparecchio ortodontico: apparecchi in ceramica

Simili ai tradizionali apparecchi metallici per dimensioni e forma, gli apparecchi in ceramica sono realizzati con un materiale ceramico che si mimetizza perfettamente con il colore naturale dei denti: in questo modo l’apparecchio è meno evidente.

Funzionano allo stesso modo degli apparecchi tradizionali, muovono i denti nelle posizioni desiderate, ma esteticamente sono meno evidenti a causa del loro colore. Gli apparecchi in ceramica sono comunque più costosi rispetto agli apparecchi tradizionali e possono sporcarsi facilmente se non sono puliti adeguamente.

Apparecchi linguali

Tra le tipologie di apparecchio ortodontico, gli apparecchi linguali sono simili a quelli tradizionali (sono infatti anche loro realizzati in metallo), ma sono attaccati all’interno dei denti: ciò li rende non visibili all’esterno.

Questa tipologia di apparecchio ha il vantaggio di non essere visibile ad altre persone essendo nascoste dietro i denti. Tuttavia, sono meno efficaci degli apparecchi tradizionali e richiedono più tempo per ottenere l’allineamento dei denti desiderato. Inoltre possono essere scomodi per il paziente poiché entrano in contatto spesso con la lingua, oltre ad essere più difficili da pulire.

Tipologie di apparecchio ortodontico: apparecchi invisibili

Gli apparecchi invisibili (ad esempio Invisalign, uno dei più famosi) non utilizzano agganci e fili, utilizzano una serie di allineatori in plastica trasparente personalizzati che sono indossati direttamente sui denti. Questi allineatori, che generalmente cambiano ogni due settimane fino alla fine del trattamento, sono facili da rimuovere o da sostituire. Nella maggior parte dei casi sono necessari tra i 18 e i 30 allineatori per ottenere il risultato finale desiderato.

Questo tipologia di apparecchio ortodontico sta entrando nella sfera dei preferiti di molti pazienti perché sono quasi invisibili e consentono una maggiore libertà di mangiare. In generale però, sono notevolmente più costosi e possono essere utilizzati solo per correggere problemi dentali lievi o moderati.

 

GUARDA I NOSTRI CASI CLINICI >>

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la tipologia di apparecchio ortodontico più adatta in base alle tue esigenze!