Nevralgia denti

La nevralgia ai denti può essere molto fastidiosa. Andiamo a vedere cos’è, come si cura e quando andare dal dentista.

Nevralgia denti

Per nevralgia dentale si intende il dolore ai denti. Questo disturbo causa attacchi di dolore che spesso diventano acuti e molto fastidiosi. Solitamente il dolore si espande nei tessiti vicini. Quando il dolore è così intenso nella maggior parte dei casi c’è bisogno dell’intervento di un dentista per risolvere il problema.

Cos’è il dolore ai denti?

Il mal di denti è un dolore attorno o interno al dente. I mal di denti più leggeri possono essere causati da irritazioni temporanee delle gengive. Queste solitamente possono essere curate a casa.

La nevralgia ai denti più forte è in genere causata da problemi più gravi. In questi casi non miglioreranno da soli e ci sarà bisogno dell’intervento di un dentista.

Solitamente il dolore ai denti è molto fastidioso. Questo perché la polpa all’interno dei denti è un materiale morbido pieno di nervi, tessuti e vasi sanguigni. I nervi presenti in questo tessuto sono tra i più sensibili di tutto il corpo. Quando sono irritati o infiammati da batteri possono causare forte dolore.

Cause comuni della nevralgia ai denti

La causa più comune della nevralgia ai denti sono le carie. Se la carie non viene trattata può svilupparsi un ascesso. In caso di ascesso è bene andare dal dentista. In casi rari l’infezione può diffondersi fino al cervello e diventare pericolosa.

Un’altra causa comune può essere la pressione da altri denti. Può accadere nel caso di problemi con i denti del giudizio bloccati nel tessuto gengivale o nell’osso. Questi andranno a spingere i denti vicini non riuscendo ad andare nella direzione corretta.

Rimedi casalinghi

Esistono alcuni rimedi per alleviare la nevralgia ai denti. Una di queste sono i risciacqui con acqua calda e salata per disinfettare e ridurre eventuali infiammazioni. Mescola mezzo cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua calda e sciacqua accuratamente.

È possibile fare anche degli impacchi freddi. Avvolgi in un asciugamano del ghiaccio e applicalo sulla parte dolorante per 20 minuti.

Gli antidolorifici possono essere un rimedio più efficace in caso di dolore intenso. I farmaci antidolorifici da banco possono ridurre dolore e infiammazione. I FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) come aspirina o ibuprofene sono utili per questo problema.

In sostituzione possono essere utilizzati anche dei rimedi naturali come l’olio di chiodi di garofano. Questo ha delle proprietà antisettiche e può essere utilizzato diluito in un bicchiere d’acqua per dei risciacqui. Può essere utile anche l’estratto di vaniglia o il tè alla menta piperita.

Se con questi rimedi casalinghi il dolore non si allevia, o addirittura peggiora, è consigliato chiamare il dentista.

Trattamento dal dentista

Il trattamento della nevralgia ai denti da parte del dentista dipende dalla causa scatenante. Se la causa è una carie, la soluzione sarà sistemare quest’ultima per risolvere il problema.

Per l’infezione al nervo del dente può essere necessario un trattamento del canale radicolare. Questo prevede che la polpa infettata viene eliminata e gli ascessi possono essere vuotati per assicurarsi che il dente sia senza infezione.

Il dentista può anche prescrivere degli antibiotici. È necessario nel caso di presenza di febbre o gonfiore.

Pezzi di cibo che rimangono bloccati sotto le gengive possono causare un’infezione. Per questo è possibile che il dentista ritenga necessaria una pulizia profonda o altri trattamenti.

GUARDA I NOSTRI CASI CLINICI >>

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!