necrosi della polpa

La necrosi della polpa è una condizione irreversibile che si verifica quando la polpa molle all’interno di un dente muore. Questa è l’ultima fase di una malattia chiamata pulpite.

Necrosi della polpa o pulpare

La necrosi della polpa è una condizione irreversibile che si verifica quando la polpa molle all’interno di un dente muore. Questa è l’ultima fase di una malattia chiamata pulpite.

C’è una camera “pulpare” all’interno di ciascuno dei tuoi denti. La camera contiene vasi sanguigni e nervi che si trovano all’interno di piccoli pezzi di carne. Questa carne, o polpa, è protetta dallo smalto del dente. Quando il tuo dente è danneggiato da carie o lesioni, la polpa può infettarsi e alla fine morire.

Quali sono i sintomi della necrosi della polpa?

I tuoi denti hanno tre strati, lo smalto, la dentina e la polpa. La polpa è lo strato più interno. Deve avere un apporto di sangue continuo. Se qualcosa interferisce con l’afflusso di sangue al dente, i due sintomi principali che noterai sono dolore e scolorimento.

Scolorimento

La mancanza di afflusso di sangue al dente fa sì che cambi colore. Il dente può iniziare ad essere giallo, quindi cambiare in grigio e infine in nero.

Potresti riscontrare anche altri sintomi, tra cui:

  • Cattivo gusto e alito
  • Piaga infiammata sulle gengive, che indica un ascesso
  • Cattivo odore dal dente
  • Gonfiore della membrana parodontale intorno al dente

Dolore

Il disagio è spesso il primo sintomo di un dente necrotico. Il dolore può variare da lieve a estremo. È causato dall’infezione e dal gonfiore all’interno del dente. Questo mette sotto pressione il nervo alla base del dente.

Quali sono le cause della necrosi della polpa?

La necrosi della polpa è lo stadio terminale della pulpite, che può essere causata da:

  • Cavità che non vengono trattate e progrediscono in profondità nel dente
  • Trauma al dente che interferisce con l’afflusso di sangue al dente
  • Trattamenti multipli invasivi su un dente

Il solito ordine di avanzamento per la necrosi pulpare è:

  • Si verifica una cavità o una lesione dentale
  • I batteri entrano nella polpa attraverso un’apertura nel dente
  • La polpa sana cerca di combattere i batteri
  • L’infezione provoca gonfiore, che provoca dolore
  • Il nervo del dente è privato di ossigeno e nutrimento
  • Il flusso sanguigno al dente viene ridotto o interrotto completamente
  • La polpa muore

Come viene diagnosticata la necrosi della polpa?

Il dentista prescriverà delle radiografie e probabilmente eseguirà uno dei seguenti test di sensibilità della polpa per determinare se la polpa del dente è morta.

Test spray freddo

Questo test viene eseguito spruzzando uno spray freddo su un cotton fioc e tenendolo contro il dente per 5-10 secondi. Se non c’è risposta a questo test, il dente è probabilmente non vitale. Se c’è dolore che dura più di 10 secondi, c’è una pulpite significativa.

Test caldo

Questo viene eseguito tenendo una fonte di calore vicino al dente finché non si sente il calore. La fonte di calore può essere acqua calda o qualche altro composto riscaldato.

Test elettrico della polpa (EPT)

L’EPT misura la vitalità della polpa inviando una corrente elettrica gradualmente crescente attraverso il dente per ottenere una risposta. L’EPT registra un numero da 0 a 80. Qualsiasi risposta prima di 80 indica pulp live. Nessuna risposta a 80 indica che la polpa è morta.

Come viene trattata la necrosi della polpa?

La polpa necrotica deve essere rimossa: tale operazi0ne può essere eseguita in due modi.

Canale radicolare

Con questa procedura, il dentista rimuove la polpa danneggiata e infetta. Quindi la camera pulpare è pulita e trattata in modo che nessun batterio possa crescere. Quello spazio vuoto è riempito e il dente è coperto da una corona.

Estrazione

Quando un dente necrotico non può essere salvato con un canale radicolare, potrebbe essere necessario rimuoverlo completamente. Può quindi essere sostituito con un impianto o un ponte.

Come si può prevenire la necrosi della polpa?

Una buona igiene dentale, inclusi spazzolino e filo interdentale, è la chiave per prevenire la pulpite e la necrosi della polpa. Il filo interdentale e la spazzolatura regolari prevengono la formazione di carie. È anche importante seguire una dieta sana poiché i tuoi denti hanno bisogno di vitamine e minerali per rimanere in salute.

Non puoi prevenire il trauma, ma puoi agire rapidamente una volta che si verifica. Un dente danneggiato può essere salvato se vai dal dentista subito dopo un incidente. Se pratichi uno sport di contatto, potresti voler usare un paradenti per prevenire traumi ai denti.

 

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la tipologia di intervento più adatto alle tue esigenze!