Iperplasia gengivale, cause, sintomi e cura

L’allargamento gengivale, noto anche come iperplasia gengivale o ipertrofia, è una crescita eccessiva anormale dei tessuti gengivali.

Iperplasia gengivale, cause, sintomi e cura

Esistono diverse cause di iperplasia gengivale e possono essere raggruppate in quattro categorie:

  • ingrossamento gengivale infiammatorio
  • Iperplasia gengivale indotto da farmaci
  • fibromatosi gengivale ereditaria
  • cause fisiologiche di ingrossamento gengivale

Iperplasia gengivale infiammatoria

Un ingrossamento gengivale può nascere da una situazione infiammatoria che si verifica quando la placca (accumulo di residui di cibo e batteri) si accumula sui denti. Questa è causata da una cattiva igiene orale da parte del paziente. Le gengive colpite da questa patologia sono spesso morbide, rosse e sanguinano facilmente. Fortunatamente, questa condizione di solito si risolve con pratiche di igiene orale efficaci (spazzolino da denti, filo interdentale) per rimuovere la placca e le sostanze irritanti sui denti.

Ingrandimento gengivale indotto da farmaci

I pazienti che assumono determinati farmaci possono sviluppare una ipertrofia gengivale. A differenza dell’ingrossamento gengivale infiammatorio, i tessuti gengivali in questi casi sono tipicamente duri, non dolenti, di colore rosa pallido e la maggior parte delle volte non sanguinano. Nei casi più gravi, la gengiva può coprire completamente le corone dei denti causando malattie parodontali nonché problemi con l’eruzione e l’allineamento dei denti. L’iperplasia gengivale indotta dal farmaco può risolversi parzialmente o completamente quando il farmaco viene sospeso. Se il farmaco non può essere interrotto, può essere eseguita la rimozione chirurgica della gengiva in eccesso (gengivectomia), anche se la condizione si potrà ripresentare. Poiché questa condizione è in qualche modo peggiorata dal livello di accumulo di placca sui denti, misure di igiene orale efficaci ne possono ridurre la gravità.

Fibromatosi Gengivale Ereditaria

Questa è una rara condizione ereditaria che di solito si sviluppa durante l’infanzia, anche se alcuni casi potrebbero non manifestarsi fino all’età adulta. La condizione si presenta come un ingrossamento della gengiva dal colore rosa pallido, generalizzato o a volte localizzato, non dolente, a crescita lenta.  La rimozione chirurgica dell’eccesso gengivale è spesso necessaria per evitare lo spostamento dei denti. Possono essere necessarie rimozioni chirurgiche ripetute a causa della natura ricorrente di questa condizione.

Cause fisiologiche di iperplasia gengivale

Esistono numerose condizioni fisiologiche e sistemiche che possono favorire l’allargamento gengivale localizzato e/o generalizzato: tra queste possiamo segnalare la gravidanza, gli squilibri ormonali e la leucemia. L’iperplasia gengivale associata a condizioni sistemiche di solito si risolve quando viene trattata la condizione sottostante o, in caso di gravidanza, il parto. Come per l’ingrossamento gengivale indotto da farmaci, misure efficaci di igiene orale ridurranno il rischio di sviluppare l’iperplasia gengivale.

Se ne vuoi sapere di più, contattaci per fissare una prima visita e valutare la tipologia di estrazione più adatta alle tue esigenze!