Decalcificazione dei denti

Decalcificazione dei denti: cos’è? Come risolverla? Leggiamo in seguito tutto quello che c’è da sapere a proposito.

Decalcificazione dei denti

La decalcificazione, in genere è quella condizione dentale che si riferisce alla riduzione e tal volta anche all’eliminazione di minerali critici dalle strutture calcificate del corpo.
Questo tipo di problema non è mirato solo ai denti ma appunto anche in altre parti del corpo, ad esempio le ossa e la sua cartilagine.

Inoltre questo tipo di processo è spesso sottile, funziona in modo graduato e può colpire chiunque.

La decalcificazione dentale a volte può essere anche utilizzata come una procedura intenzionale utilizzata per ammorbidire i tessuti, ma sicuramente questo tipo di processo non fa bene alla nostra dentatura. Per fermare la decalcificazione dei denti, dovrai capire per prima cosa, quello che sta succedendo ai tuoi denti e in seguito andrai a capire il perché sta accadendo.

Decalcificazione dentale: cos’è?

Mettiti davanti al tuo specchio del bagno e dai un’occhiata alla tua dentatura. Il dente solitamente se è sano ha un colore tendente al grigio, insomma non è un bianco perfetto. In caso dovessi notare delle macchie di colore bianco (questo puoi notarlo non solo sui tuoi denti ma anche ad esempio in quelli dei tuoi figli) potrebbe trattarsi di decalcificazione.

Ma nello specifico che cos’è la decalcificazione dei denti? Essa significa che i minerali vitali e necessari per mantenere i denti sani e ripararti vengono eliminati per un motivo o per l’altro.

In pratica lo smalto dentale serve per proteggerlo dall’usura quotidiana e esso contiene dei sali minerali, nello specifico calcio e fosforo. L’inizio della decalcificazione, indebolirà lo smalto dei denti e come già citato prima produrrà quindi in seguito una serie di macchie bianche.

Sono diverse le motivazioni per il quale il dente si decalcifica. Se la causa di essa non viene individuata e interrotta, questo processo può peggiorare col passare del tempo, portando anche alla carie se non trattata.

Decalcificazione dei denti: le cause

Esistono moti motivi per il quale la decalcificazione può fare azione sulla nostra dentatura.
Ad esempio:

  • La concentrazione della placca.
  • La temperatura o il tipo di cibo e bevande

Nello specifico invece troviamo:

  • Apparecchio: ottimi per allineare i denti, ma possono causare effetti collaterali indesiderati.
    Una volta tolto l’apparecchio la placca accumulata crea delle macchie bianche intorno e sotto l’apparecchio. Rimanendo sul posto per un po’ di tempo, decalcificando quindi in seguito il dente.
  • Cibo: un altro fattore scatenante sono i cibi. Mangiare continuamente cibi zuccherati e acidi può rimuovere gradualmente i minerali di cui i denti hanno bisogno per ripararsi.
  • Igiene orale: spazzolando i tuoi denti in modo regolare e utilizzando il filo interdentale quotidianamente, ridurrai la placca. Se non pratichi una buona igiene dentale, il cibo o la bevanda (zuccherata solitamente) rimarranno sui tuoi denti, causando il deterioramento dello smalto, a poco a poco.
  • Controlli dentistici: fare una pulizia dal tuo dentista ogni sei mesi, ridurrà il rischio di decalcificazione.
    Inoltre il tuo ortodontista dovrebbe sapere come applicare correttamente l’apparecchio, rilevare se si sta verificando la decalcificazione ed eseguire altre operazioni odontoiatriche specialistiche per ridurre la decalcificazione dei denti.

Come evitarla

Non è difficile evitare o fermare la decalcificazione, sono solo due le cose principali da svolgere.

  1. Evita agenti decalcificanti

Ogni volta che mangi il cibo potrebbe rimanere incastrato nei tuoi denti. Quel che è peggio, molti di questi alimenti possono includere agenti decalcificanti.
Cerca di ridurre il più possibile l’assunzione di cibi spazzatura, o agrumi e bevande acide, zuccherate e calde (es. the caldo, succhi di frutta, etc.)

 

  1. Mantieni una corretta igiene orale

Praticare un’igiene dentale regolare può aiutare a combattere la decalcificazione.
Per mantenere una buona igiene orale basterà lavare i denti due volte al giorno, in particolare la sera prima di andare a dormire.
Utilizza poi il filo interdentale e fare visite dal dentista e/o dall’ortodontista come parte degli appuntamenti di routine dal medico.
Vedendo continuamente questi professionisti orali, puoi stare al passo con molti disturbi legati ai denti, inclusa la decalcificazione. Una cosa molto importante da fare è insegnare ai propri figli a mantenere una buona igiene orale, evitando così in futuro problemi come quello della decalcificazione dentale.

È possibile eliminarla?

Quando ti accorgi che il tuo dente si sta decalcificando, creandosi così delle macchie bianche, c’è poco che puoi fare. Solitamente queste sono permanenti.
Però, puoi ridurre in modo significativo la decalcificazione praticando una buona igiene orale e visitando regolarmente il tuo dentista.

Inoltre, esistono delle soluzioni cosmetiche in commercio per la decalcificazione dei denti.

Alcuni esempi sono le faccette, sbiancamento dei denti e remineralizzazione.

Infine un’ultima soluzione potrebbe essere l’apparecchio trasparente, invece dell’apparecchio classico. Con esso potrai estrarlo e lavarti i denti regolarmente senza avere blocchi nella tua dentatura.

I tuoi denti sono tra le prime caratteristiche che le persone notano di te. Le macchie bianche non sono sicuramente esteticamente belle, però oltre a un fattore estetico, la decalcificazione comporta a problemi più gravi, appunto le carie.

 

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la tipologia di intervento più adatto alle tue esigenze!