Come si cura un dente cariato

Come si cura un dente cariato? in base alla gravità della situazione ci sono determinate soluzioni.

Come si cura un dente cariato

Le cavità dentali, o carie, non sono nient’altro che dei piccoli fori che si creano sopra la superficie dei nostri denti.

Sono causati da batteri sulla superficie dei denti che creano acido da alimenti come lo zucchero.  Il batterio che si sviluppa e che aggredisce i nostro dente ha un nome, ed è noto come Streptococcus mutans .

Cosa fanno i batteri sul nostro dente? Il batterio si sviluppa e crea una patina sopra il dente comunemente chiamata placca.
Gli acidi che sono presenti all’interno della placca, tolgono quello strato di protezione del dente chiamata smalto, decalcificando in seguito il dente.

I minerali sopra i nostri denti sono il fosfato e il calcio.
Questa erosione causa minuscoli fori nello smalto. Una volta che il danno da acido si diffonde nello strato di dentina sotto lo smalto, si forma una cavità, ovvero la carie.

Andiamo a scoprire come poterla curare dal dentista e alcuni consigli per quando sei a casa!

Come si cura un dente cariato: trattamento al fluoro

Il fluoro è un minerale presente in alimenti e nell’acqua. Esso è fondamentale per i nostri denti. Ogni giorno noi perdiamo e assumiamo minerali. Come?

La demineralizzazione (perdita dei minerali) avviene quando lo strato di smalto di un dente viene attaccata da acidi formando una placca batterica, questo può avvenire tramite gli zuccheri che abbiamo in bocca.
Minerali come fluoruro, calcio e fosfato vengono ridepositati con la remineralizzazione nello strato di smalto dagli alimenti e dalle acque consumate. Troppa demineralizzazione senza una sufficiente remineralizzazione per riparare lo strato di smalto porta alla carie.

Come accennato, il fluoro si trova negli alimenti e nell’acqua. Può anche essere applicato in maniera diretta sui denti, attraverso dentifrici fluorurati e collutorio. I collutori con il fluoro in concentrazioni inferiori sono disponibili da banco, concentrazioni più forti richiedono la prescrizione del medico.

Un dentista nel proprio studio può anche applicare il fluoro sui denti come gel, schiuma o vernice. In situazioni estreme si ricorre a questo tipo di trattamento. Perché la concentrazione di fluoro è molto più elevata di qualsiasi collutorio o dentifricio.

Vernici: applicate sui denti
Schiuma: applicata all’interno di un paradenti, che viene in seguito messo sui denti per un tempo che varia dagli 1 ai 4 minuti.
Infine i gel possono essere applicati normalmente o applicati tramite un paradenti.
Gli integratori di fluoro sono presenti anche come liquidi o pastiglie. Servirà però la ricetta medica.

Come si cura un dente cariato: otturazione

L’otturazione dentale viene utilizzata per diversi scopi, il principale è per i denti cariati. Rimettendo in sesto il tuo dente con un riempimento ed è una comune procedura odontoiatrica.

L’otturazione dentale è sempre anticipata dalla rimozione della carie e dall’accurata disinfezione della zona. In seguito l’esperto otturerà il buco.

Dopo un’attenta visita di controllo dentistico in cui viene diagnosticato un processo cariogeno in corso, si procede con l’intervento di otturazione dentale. Capita che ci sia bisogno anche di una radiografia prima di operare, per accertarsi della lesione. L’intervento viene praticato normalmente in anestesia locale e non è particolarmente doloroso.
Come viene svolto un intervento di otturazione dentale?

  • Anestesia locale: In primo luogo, si farà addormentare il dente, così da non percepire alcun tipo di dolore.
  • Ci sarà una breve attesa di pochi minuti per far agire l’anestetico
  • Eliminazione della carie: si utilizzano speciali frese
  • Riempimento Una volta eliminata la carie, vengono inseriti appositi materiali nel dente nel dente (es. amalgame, resine ecc.) e dopo poche ore si può riprendere la normale masticazione.

Estrazione

In casi molto estremi invece si deve per forza ricorrere all’estrazione del dente cariato.
In genere si ricorre a questo tipo d’intervento quando il dente è infetto, rotto o fratturato, il dente ha una malattia che può attaccare i tessuti ed infine appunto, cariato.

Come avviene l’estrazione del dente?

Per prima cosa, prima dell’intervento (solitamente il giorno prima) il paziente dovrà assumere un antibiotico.
Il paziente potrà assumere anche degli antinfiammatori, che questi serviranno per diminuire l’edema post-operatorio.

L’estrazione di un dente è un intervento molto sicuro, i cui benefici, per esempio il trattamento del dolore, della carie e dell’infezione, sono essenziali. Tuttavia, per poter effettuare una decisione informata il paziente deve conoscere i possibili effetti collaterali, per quanto normalmente moderati e temporanei. Tra questi:

  • Emorragia
  • Guancia gonfia, rigidità della mandibola, dolore Essi controllabili però dalla terapia post-operatoria.

Le complicazioni sono rare, tra queste la più comune è l’osteite alveolare.

Rimedi al dente cariato da casa

Una delle cose più importanti, secondo un recente studio è quella di incrementare la vitamina D alla nostra alimentazione.
In questo studio, i bambini che hanno aggiunto vitamina D alla loro dieta hanno mostrato una riduzione delle carie.

Inoltre togliendo anche i prodotti a base di cereali dalla loro dieta hanno avuto i migliori risultati. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i grani possono attaccarsi ai denti.

Senza l’assunzione di vitamina D, la carie è più propensa a svilupparsi sui nostri denti.
Quali sono gli altri fattori scatenanti di questo problema dentale?

  • Bocca secca
  • Mangiare cibi che si attaccano ai denti, come ad esempio le caramelle
  • Spuntini frequenti su cibi o bevande zuccherate
  • Una pessima igiene orale
  • Spuntini “di mezzanotte”

Una volta che una cavità è penetrata nella dentina, non sarai in grado di liberartene a casa.

I benefici della gomma senza zucchero

 Alcuni studi clinici hanno dimostrato quanto sia importante la gomma da masticare senza zucchero.

Essa, utilizzata dopo i pasti ti aiuterà a remineralizzare lo smalto.

All’interno della gomma è presente lo Xilitolo, ampiamente studiato e testato. Ha la capacità di stimolare il flusso di saliva, aumentare il pH della placca e ridurre il batterio S. mutans, ma sono necessari studi a lungo termine.

Inoltre la gomma senza zucchero contenente un composto chiamato caseina fosfopeptide-fosfato di calcio amorfo riduce lo S. mutans anche più delle gomme da masticare contenenti xilitolo. Puoi trovare questo tipo di gomma nei negozi.

Contattaci per fissare una prima visita e valutare la tipologia di intervento più adatto alle tue esigenze!