cisti dentale

Che cos’è la cisti dentale? Cause, sintomi e rimedi.

Che cos’è la cisti dentale?

La cisti dentale (o granuloma) è una pallina contenente fluido sieroso, mucoso o gassoso che può comparire all’apice di un dente. E’ un problema relativamente frequente e di facile asportazione ma, in alcuni casi, per colpa delle dimensioni delle cisti o dalla zona interessata, può portare alla perdita del dente o a parte del tessuto osseo.

Cause della cisti dentale

Nella maggior parte dei casi una cisti dentale esce a causa di una infezione del dente o dell’osso adiacente. I motivi possono però essere diversi, come ad esempio la morte del nervo di un dente (necrosi pulpare) o una carie particolarmente profonda. In questi casi, il granuloma si forma nell’apice del dente che, se non curato, diventa una cisti. Alta causa che può portare a questa patologia è una devitalizzazione del dente eseguita male.

L’obiettivo terapeutico si concentra sulla rimozione della cisti dentale tramite intervento chirurgico andando però a preservare gengiva e dente, evitandone così l’estrazione di quest’ultimo.

I sintomi

La cisti dentale inizialmente non ha sintomi, tanto è vero che per individuarla in una fase primaria è necessaria una radiografia. Con il passare del tempo però la cisti cresce, cominciando a far emergere dolore, gengive gonfie e/o alitosi.

Come si rimuove una cisti dentale

Come accennato prima, la rimozione di una cisti dentale avviene tramite un piccolo intervento chirurgico che sarà ovviamente diverso tenendo conto delle sue dimensioni, dell’estensione, delle aree interessate, dallo stato del dente e della sua origine. Sarà il vostro medico dentista a pianificare l’intervento e le modalità, dopo ovviamente una accurata visita.

La procedura chirurgica per la rimozione della cisti dentale è abbastanza rapida (circa 30 minuti) ed è eseguita in anestesia locale. La procedura è totalmente indolore e si procede rimuovendo l’epitelio, con lo scopo di evitare il riformarsi della cisti.

Nei casi più gravi, si necessita l’esportazione del dente. Dopo l’intervento è neessaria una cura antibiotica e seguire una dieta per alcuni giorni.

Le tipologie di cisti dentali

Possiamo suddividere la patologia in tre categorie: cisti radicolare, follicolare e parodontale. La cisti radicolare emerge a causa di infezioni dei tessuti interni al dente. E’ la patologia più diffusa che può diventare grave se non curata tempestivamente. Si cura con semplici trattamenti nei casi meno gravi, fino ad arrivare all’intervento chirurgico o all’estrazione del dente nei casi più gravi. La cisti follicolare invece si forma a causa della normale formazione del dente e si cura con l’intervento chirurgico. Per concludere la cisti parodontale: questa cisti colpisce il parodonto e viene curata come si cura la parodontite.

In tutti i casi, il fattore più importante dopo la cura è prevenire il ripetersi della patologia.

Contattaci per saperne di più valutare la soluzione più adatta in base alle tue esigenze!